Mente-libera-106

Bernardo Nante

Il Libro rosso di Carl Gustav Jung

Seminario di introduzione alla lettura dell’opera

EVENTO SPECIALE

sabato 31 gennaio/domenica 1 febbraio 2015
ore 9:30 – 13:00 e 15:00 – 18:00

c/o Associazione Radici Quadrate
Piazzale Donatello, 29 Firenze

Costo:
120,00 euro + 10,00 euro quota sociale Ass. Start
Posti limitati

Il Libro rosso o Liber novus narra e illustra con maestria le visioni portentose e sconvolgenti avute da Jung tra il 1913 e il 1916 o 1917, e il suo audace tentativo di comprenderle. Non si tratta di un’opera filosofica, scientifica, religiosa, letteraria o d’arte, eppure la forza delle immagini linguistiche e delle figure in esso contenute modella una visione del mondo tanto arcaica quanto innovativa. Il Libro rosso è sorprendente e inclassificabile, poiché non rientra in nessun genere letterario noto e può essere paragonato solo alle grandi narrazioni profetiche o mitiche del passato più remoto. Nondimeno, l’opera esprime il vissuto e la voce di un uomo del nostro tempo, eco della voce del profondo, che trasmette una nuova comprensione di sé in risposta al disorientamento dell’uomo contemporaneo.(…). I lettori interessati a esplorare l’orizzonte simbolico dei nostri tempi troveranno nel Libro rosso uno stimolo continuo per il pensiero e l’immaginazione.

Il Libro rosso è un’opera (..) enigmatica e, in quano tale, rifiuta un approccio superficiale. Il nostro lavoro consiste non solo nell’offrire chiavi generali per affrontare la lettura del libro, ma anche nel produrre un suo commento integrale alla luce della visione del mondo junghiana, al semplice scopo di facilitare la lettura di un testo mercuriale, mutelvole e, non di rado, incomprensibile. Se ci si spinge nell’opera muniti della sola ragione critica, il testo appare inesplicabile. Se si accantona la ragione, la scrittura affascina e sgomenta a un tempo, ma l’immersione in questo mare simbolico rischia spesso di confondere e stodire. Per evitare entrambi gli estremi, che conducono al “nonsenso” (Unsinn), abbiamo tentato di percorrere la via simbolica del Libro rosso adottando l’approccio suggerito dal testo stesso, ovvero attingendo alle sue stessi chiavi. Significa che abbiamo abbandonato in certa misura il “senso” (Sinn), la “ragione”, e ci siamo addentrati nel terreno incerto del “controsenso”, dell’”assurdo” (Widersinn), pur senza perdere l’ancora del “senso”.
(B. Nante: Guida alla Lettura del Libro Rosso di C.G.Jung)

Bernardo Nante insegna Filosofia della religione e Mitologia generale e comparata all’Universidad del Salvador di Buenos Aires. È presidente della Fundación Vocación Humana. Studioso delle relazioni tra filosofia, antropologia e religione, si è occupato in particolare delle fonti alchemiche del pensiero junghiano. È curatore dell’edizione in lingua spagnola di alcuni volumi delle opere di Jung e del Libro rosso.
E’ autore di Guida alla lettura del “Libro rosso” di C.G. Jung (Torino 2012)

Come arrivare e alloggio a Firenze:
La stazione ferroviaria più vicina è Firenze Campo di Marte (12 minuti a piedi).

La sala del seminario presso l’Associazione Radici Quadrate si trova a Piazzale Donatello a 15 minuti di camminata a piedi da Santa Croce. Consigliamo di scegliere un alloggio in quella zona o in quelle adiacenti, ancora leggermente più vicine a Piazzale Donatello come per esempio intorno al mercato di Sant’Ambrogio, in zona Piazza Beccaria, oppure in zona San Marco.

Una soluzione semplice e economica per l’alloggio potrebbe essere l’ Istituto Oblate dell’Assunzione (camera singola con bagno privato 50 euro/notte; camera doppia 40 euro a persona) che dista pochi passi dal luogo del seminario.
Attenzione: C’è il coprifuoco alle ore 23:30!

Per contatti con l’Istituto:
http://www.oblateassunzione.it/contatti.php

Altre foto e commenti di viaggiatori trovate al seguente link: http://www.monasterystays.com/?a=destination&b=Italy/Tuscany/Florence//TOF105

Foto e commenti su Tripadvisor:
http://www.tripadvisor.it/Hotel_Review-g187895-d314922-Reviews-Sanctuary_B_B_Firenze-Florence_Tuscany.html

libro-rosso
jung-esperimento-258
image_22